La presentazione del libro "Voci in Campo" a Siena

Ritratto di enricoquerci

 

Venerdì 13 aprile Ieri per la mia vita lavorativa è stato un giorno veramente speciale: poter presentare il mio libro "Voci in Campo", un libro dedicato a Siena e al Palio, proprio in questa città.

Non solo, grazie al Consorzio per la Tutela del Palio di Siena, ho potuto essere ospitato nella Sala Storica della Biblioteca Comunale degli Intronati, un luogo che non conoscevo ma che mi ha intimorito enormemente. In questa biblioteca ci sono 30 chilometri di scaffali che ospitano più di 80.000 volumi e la Sala Storica è chiamata anche "delle Cinquecentine" perché la maggior parte dei volumi che ospita sono di quell'epoca ... il timore che la grande sala restasse semi vuota in quest'occasione (un rischio sempre possibile per la presentazione di un libro) è stato fugato e quasi tutte le sedie erano occupate da amici, conoscenti, perfetti sconosciuti. Qualcuno venuto dalla strada accanto, qualcuno da più lontano e anche da fuori città. Qualcuno ha partecipato anche se aveva la febbre alta e avrebbe avuto tutte le ragioni per tornare a casa, dopo il lavoro.

Marco Saletti, il padrone di casa, ci ha dato il benvenuto, lasciando poi le redini della conduzione a Alessandro Lorenzini che avevo conosciuto "di sfuggita" l'anno passato ma che ha dato un registro perfetto alla conduzione, davvero. Grazie a Francesca Pacini che non ha voluto mancare alla "prima" di questo libro, A Jonatan Bartoletti e Peppe Virdis che hanno partecipato attivamente all'incontro, a Filippo Mazzieri della Libreria Mondadori Siena a Eleonora Mainò e a Radio Siena Tv per quello che hanno fatto e che faranno per la promozione di questo libro.
Grazie a mia moglie Lorenza a mia figlia Diletta che anche questa volta sono state in prima fila, come nella mia vita. Sempre.

Siena mi sorprende ogni volta e avere davanti a me una platea così folta avrebbe meritato una foto che non ho fatto perché certe immagini sono più belle quando le fissi nella tua memoria e resteranno per sempre solo tue, che non in pochi byte che poi tutti possono vedere. Un piccolo atto d'egoismo. Perdonatemelo.
Tornerò di nuovo a Siena, presto, già il mese prossimo perché una "strana" Congrega mi ha invitato e devo scoprire che cosa nasconde dietro la facciata ufficiale che propone in pubblico ... che possa essere l'inizio di un'altra storia? Chissà...

Tags: