Follonica 08/05/24

Cinque corse e il problema 118

Il secondo convegno dell’anno all’Ippodromo dei Pini ha visto corse molto numerose, due delle quali riservate agli Anglo Arabo.
In apertura Forward Flight ha fugato i dubbi che riguardavano pista (era al debutto) e distanza (mai affrontata prima): la vittoria limpidissima ha dato le risposte. Francesca Cecchini, sempre più convincente, in sella.
Nell’handicap per gli AA è emerso nel finale Chocolhard che con Stefano Saiu ha controllato in lungo e in largo.
Ancora gli AA, ma in condizionata e il favorito Zeniossu, con Maikol Arras,ha tenuto largamente fede al pronostico, 8 lunghezze, alla compagna di scuderia Divino Amore.
Colpo a sorpresa, ma non per questo meno meritato, per Nice Illusion che ha vinto allo sprint la corsa per gli … sprinter! Pasqualino Fois in sella.
TQQ in chiusura di giornata dove ha dominato uno degli specialisti della pista, quel Glory Box che già l’anno passato ne aveva vinta un’altra, allora con il peso piuma. Bravo Pierantonio Convertino che lo sta plasmando e a Germano Marcelli per la monta.

Il caso del giorno è stata l’attesa di un’ora circa tra la 3^ e la 4^ corsa. Durante lo svolgimento della 3^ corsa c’è stata un duplice caduta sulla curva di sinistra causata da una mossa azzardata di un fantino che ha causato la caduta di Eliseo e Davide Cirocca che è stato colpito dal sopravvenente Bramosu de Campeda, caduto anche lui. Germano Marcelli non ha avuto conseguenze, così come i cavalli, mentre Davide ha avuto bisogno di esser trasportato all’ospedale per il dolore che aveva a una spalla. Sì, ma da chi? Infatti, come avviene sempre in questi casi, il personale dell’ambulanza allerta il 118 per far giungere all’ippodromo un altro mezzo per trasportare il fantino all’ospedale (visto che le sue condizioni di salute permettevano questa attesa). Purtroppo il 118 di zona ha risposto che non c’erano altre ambulanze disponibili e così, necessariamente, è stata quella dell’ippodromo a dover portare Cirocca all’ospedale di Massa Marittima (25 km distante), lasciarlo al pronto soccorso e tornare indietro. L’attesa è stata lunga ma la domanda è: cosa sarebbe successo se in centro a Follonica una persona fosse stata colta da infarto?

LEGhorn Bricks, edizione 2024
Ci sono anche io!
keyboard_arrow_up