San Rossore 21/12/23

Sette corse a San Rossore … anzi otto!
Si apre sugli ostacoli alti con la vittoria in handicap del top weight Zio Reginaldo, la monta della diciannovenne ragazza della Repubblica Ceca Lenka Neprasova.
Nelle vendere prosegue il periodo molto positivo di Paolo Favero nelle corse in piano e Big Riot si afferma anche nella “vendere” sui 1.200 metri, una settimana dopo aver vinto in handicap.
Nell’handicap in siepi per i 3 anni domina la scena Mazinga, regalando il doppio alla bravissima Lenka Neprasova che, certamente, farà parlare sempre più di se nelle corse in ostacoli.
Nella quarta corsa al primo salto della siepe mobile di fronte al traguardo, cade malamente l’ungherese Wallstreet Journey e il suo fantino Alen Ordog resta esanime a terra di fronte al traguardo. Corsa immediatamente sospesa e, in seguito, la decisione di ripeterla dopo l’ultima del pomeriggio. Dall’ospedali pisano sono giunte in serata notizie confortanti sullo stato di salute del fantino ungherese che speriamo di rivedere presto in sella.
La seconda Tris saluta la vittoria di Tartana che nelle battute finali prende il sopravvento su Manchester Boy e Devo Andare.
L’handicap sui 2.200 metri viene risolto di forza da Truly Believe che vince per la prima volta con la giubba di Federico De Paola.
La TQQ vede il successo dell’atteso Quentin nonostante uno schema tattico completamente sfavorevole ma risolto, poi, con grande freddezza da Salvatore Sulas.
La chiusura con la siepi ripetuta è preda del favorito Pope di Greg Wroblewski ed è l’occasione della prima vittoria italiana per Benoit Claudic, ottimo fantino francese.

I vincitori di oggi:

1^ corsa: Zio Reginaldo – Lenka Neprasova
2^ corsa: Big Riot – Mario Sanna
3^ corsa: Mazinga – Lenka Neprasova
4^ corsa: annullata per caduta e ripetuta dopo ultima corsa
5^ corsa: Tartana – Claudio Colombi
6^ corsa: Truly Believe – Stefano Saiu
7^ corsa: Quentin – Salvatore Sulas
8^ corsa: Pope – Benoit Claudic
Caprilli 23/12/23
Rufus & Duemetri e Nick
keyboard_arrow_up